http://www.metoffice.uk. Interessante lo schema meteorologico previsto per la metà della prossima settimana in Europa. Ad ovest l’alta pressione delle Azzorre che di eleva verso nord a causa della spinta dell’ex uragano Nicole, a nord l’alta pressione scandinava in posizione anomala. Tra le due figure si scava un canale depressionario con obiettivo il Mediterraneo centrale.

La natura meteorologica tende a ripetersi, questa è una delle regole fondamentali della meteorologia. Gli schemi dei peggioramenti, le strade percorse dai fronti, tendono a ripetersi, per una motivazione prettamente termodinamica: si spende meno energia per solcare sentieri già battuti che per segnarne di nuovi.  Dunque sembra che l’Italia, in questo autunno 2016 sia in mezzo a questo sentiero meteorologico che porta con se precipitazioni e tempo instabile. Sarà così anche la prossima settimana quando una goccia fredda staccandosi dal fronte principale Atlantico scenderà lungo il bordo orientale dell’alta pressione delle Azzorre, in improvvisa nuova elevazione, a causa del movimento verso sud dell’ex ciclone Nicole, si isolerà sull’Italia settentrionale determinando un nuovo peggioramento delle condizioni atmosferiche.

Maltempo ancora al nord a metà settimana. Due fronti caldi si addossano alle Alpi. http://www.metofgice.uk

Risultato di questo schema dunque: maltempo e calo delle temperature a metà settimana al nord. Ancora temperature miti al meridione. Saremo più precisi nei prossimi giorni.

Annunci