Salve amici, abbiamo analizzato dal mese di novembre lo stato della stratosfera, e non abbiamo mai nascosto le peculiari condizioni della stratosfera di quest’anno. Abbiamo visto, nello specifico, la debolezza del VP di quest’anno. Abbiamo inoltre osservato negli ultimi venti giorni un raffreddamento dell’alta stratosfera a cui non è seguita una stabilizzazione del VP a causa di un sostanziale disaccoppiamento tra l’alta stratosfera in raffreddamento e la bassa stratosfera e la troposfera caratterizzate da wave 1 continuamente in azione e wave 2 in grande spolvero negli ultimi giorni. Avevamo anche detto che l’azione di queste onde planetarie avrebbe destabilizzato in maniera decisiva il VP. Oggi le ultime previsione della stratosfera ci indicano un elemento determinante per delineare un gennaio potenzialmente gelido per l’Europa: lo STRATWARMIG E LO SPLIT DEL VP. Vediamo qui di seguito alcune importanti mappe che delineano questo importante avvenimento ormai imminente.


Ecco lo STRATWARMING in zona aleutinica prevista ormai a 144 ore a 10 Hpa. Evidenti anche i segni del passato stratcooling che a quanto pare non determinerà effetti determinanti nel futuro del VP. Determinante sarà invece questo riscaldamento a 10 Hpa che propagandosi verso il basso, determinerà come si diceva lo SPLIT del VP previsto per il 7 gennaio come vedremo nelle mappe successive.


Evidente lo stress del VP in zona aleutinica wave1 alla quale seguirà l’azione a tenaglia della wave2 con SPLIT del VP è probabile formazione in zona polare di una zona di alta pressione con azione retrograda di uno dei due lobi del vortice diretto in zona europea. Gli effetti, come al solito, non possiamo esprimerli con precisione ora. Ma basta dare un’occhiata ai modelli di oggi per capire le potenziali conseguenze di una azione da manuale come quella che abbiamo appena descritto sul tempo europeo. Ci sono tutti i presupposti per l’arrivo dell’inverno più crudo dal 2012 ad oggi sulle regioni europee. Mai come oggi possiamo attenderci un gennaio d’altri tempi, sempre che tutto venga confermato nelle prossime emissioni. Seguiteci il futuro potrebbe sorprenderci.

Annunci