Salve amici, è sempre difficoltoso individuare le traiettorie delle depressioni quando le masse d’aria implicate nella loro formazione sono di estrazione così diversa come quelle in gioco sull’Italia in queste ore. Ed infatti quella che fino a ieri sembrava una recrudescenza nevosa che avrebbe interessato ancora una volta le regioni adriatiche dispenserà i suoi effetti un po’ su tutto il paese in diverse fasi. Vediamo perché con le consuete analisi LAMMA. Partiamo dal modello di riferimento che è GFS. Oggi, il modello europeo, nella sua ultima emissione, vede il formarsi del minimo depressionario che stanotte comparirà sul mediterraneo più a nord rispetto all’emissione di 24 ore fa. Questo determina una differenza sostanziale rispetto alle previsioni di ieri. Innanzitutto una minore influenza sulle regioni meridionali adriatiche sia per quanto riguarda le precipitazioni che per quel che riguarda lo zero termico, più alto rispetto alle previsioni di ieri, perché le correnti avranno una componente più meridionale quindi saranno leggermente più temperate, ed in secundis un maggiore interessamento nel peggioramento delle condizioni del tempo di: Marche, ed Emiliaromagna dove potrà comparire la neve domani mattina. Ma vediamo nel dettaglio questo nostro ragionamento con le carte di riferimento.

Come si può notare il minimo di pressione si forma sulla Corsica alle ore 6,00 di domani mattina ed entro le ore 9,00 si approfondisce sul posto spostandosi impercettibilmente verso sudest. Ciò determina al suolo le seguenti precipitazioni nevose.

ptypez2_web_8

Ecco le nevicate su tutta la zona adriatica dal Subappennino danno fino a Parma. Le nevicate dovrebbero continuare fino al pomeriggio quando lo spostamento verso sud del minimo dovrebbe portare delle schiarite insieme all’entrata del gelo. Infatti il nucleo di aria fredda dai Balcani entrerà franco sulla Pianura Padana entro sera portando la -10°C a 850 Hpa fino a Reggio-Emilia. Notte dunque gelida sul nord-est e mattina dell’11 di gennaio con temperature ampiamente sotto lo zero su tutto il nord.

zt850z2_web_13
Temperature a 850 Hpa previste per le ore 00,00 di domani. La -10°C avvolge tutto il nord-est dove compare perfino la -12°C.

Risveglio gelido dicevamo, con temperature che supereranno i -10°C in appennino e potranno facilmente raggiungere i -8°C sulle città della via Emilia come mostriamo sulla carta seguente.

t2mz2_web_15
Ampiamente sotto lo zero le temperature previste per l’11 di gennaio su tutto il nord

Veniamo al centro sud proponendo la carta LAMMA degli accumuli per domani.

snow24hz1_web_2

Confermate le nevicate con discreti accumuli per la Murgia, ma spariscono gli accumuli sulle coste a causa del minimo più alto. Ancora le regioni Molise ed Abruzzo sugli scudi con notevoli accumuli previsti. Concludiamo con l’ultima carta prevista per l’11 con le nevicate che finalmente interessano anche la Sila e la Calabria nonché il Cuneese a causa dell’afflusso delle correnti est e l’effetto stau e le Marche. Insomma neve che colpirebbe a macchia di leopardo molte zone del nostro paese. In attesa di quello che potrà accadere dal weekend.

snow24hz1_web_3

 

Annunci