E’ bello ed entusiasmante prevedere le sorti del tempo soprattutto quando sono frutto di una analisi scientifica consequenziale e non una mera descrizione di ciò che i modelli giornalmente propongono. Avevamo descritto ieri con molta puntualità la previsione di un imminente split del VP previsto per marzo, a causa del major warming in stratosfera ed oggi questa previsione viene confermata dalla carta prevista per il 28 febbraio a 100 Hpa, bassa stratosfera. Vediamola nel dettaglio e cerchiamo di anticiparne gli effetti.

split

Ecco lo split previsto ieri e puntualmente confermato. Studiamone i possibili effetti, innanzitutto visibile la trilobazione del vortice polare con una parte che sprofonda sul Canada, un’altra sul Giappone e la terza sull’Europa. E’ evidente che con l’attivazione chiara della wave 3 sulla Russia il nucleo gelido russo possa finalmente andare in retrogressione sull’Europa, manca al momento l’attivazione della wave 2 per determinare l’irruzione dell’inverno sull’Europa ma le conferme di oggi ci confortano nel prevedere che il mese di marzo avrà dei connotati prettamente invernali. Naturalmente, i modelli non fiutano ancora questo sconvolgimento, ma a breve, soprattutto sulle code dei GM mi aspetto notevoli cambiamenti. Possiamo dunque confermare: marzo aprirà la strada ad un cospicuo colpo di coda invernale. Seguiteci per sapere come si evolverà la situazione per le nostre regioni italiane.

Annunci