Siamo al primo giorno di aprile, e già si sprecano le previsioni sull’estate futura. Qualcuno già afferma che sarà una estate torrida, ma come al solito nulla si può dire ora su quello che avverà tra tre mesi. Una cosa però possiamo farla già oggi. Vedere se nei mesi che precedettero le grandi anomalie estive che hanno caratterizzato il nostro passato, potessero essere segnalate particolari anomalie che avrebbero potuto prevedere in largo anticipo quello che sarebbe avvenuto. Oggi ci occuperemo dei segnali che arrivano dalla stratosfera. Perchè siamo così legati a questo strato della nostra atmosfera per le previsioni a lungo termine? Facile, perchè è in questo strato che prendono origine le grandi correnti planetaria che regolano il tempo alle medie latituidini. Se qualcosa si inceppa in questa zona del nostro globo, tutta la circolazione generale ne risente. Soprattutto possono insediarsi pesanti anomalie che in meteorologia determinano le grandi ondate di caldo e le grandi ondate di gelo. In questo articolo, in particolare, ci occuperemo di ciò che accadde in stratosfera alla vigilia della grande anomalia calda del 2003 per individuare una interessantissima anomalia che probabilmente centra con quello che sarebbe avvenuto in seguito.

70mb9065_2003

Questo è l’andamento delle temperature della stratosfera a 70 Hpa, bassa stratosfera, per gli anni 2002 e 2003. Evidentissimo il grande riscaldamento che si determinò nell’aprile di quell’anno. Probabilmente esso determinò l’inceppamento della grande circolazione atmosferica, con un blocco delle correnti occidentali che facilitò l’insediamento in zona europea della grande anomalia calda del 2003. Ecco che il mese di aprile a livello stratosferico può essere interessante per prevedere il tempo estivo. Vediamo. a tal proposito un’altra immagine, riferita al 1998 altra estate particolarmente calda.70mb9065_1998

In questa immagine appare evidente, ma più anticipato e meno potente, il riscaldamento stratosferico tardivo, che caratterizzo la primavera 1998. Vediamo infine l’analisi stratosferica relativa ad oggi primo aprile 2017.

70mb9065 oggi

La stratosfera quest’anno appare normale a 70 Hpa. Addirittura essa fa denotare  temperature inferiori alla media. Ciò significa un vortice polare più forte e maggiore variabilità estiva. Se le temperature infatti dovessero mantenersi al di sotto della media, anche nelle prossime settimane, potremmo dunque aspettarci un’estate dinamica, il migliore viatico per un trimestre caldo normale.

Annunci