In attesa di avere i dato definitivi di questo agosto 2017 caratterizzato da una delle avvezioni calde più forti di sempre, pubblichiamo la traduzione italiana del consueto report del NOAA riferito al mese di luglio.

 

201707.gif

La temperatura media globale della superficie oceanica e delle terre emerse per luglio 2017 è stata la seconda più alta per il mese di 0,83°C superiore alla media del ventesimo secolo di 15,8°C, dietro al record dell’anno 2016 di 0,05°C. Nove dei dieci più caldi mesi di luglio sono occorsi durante il ventunesimo secolo (dal 2005), con solo un anno appartenente al ventesimo secolo (1998) tra i dieci più caldi luglio di sempre. Il luglio 2017 ha anche registrato il 41esimo luglio consecutivo e il 391esimo consecutivo mese con una temperatura globale maggiore rispetto a quella della media globale del ventesimo secolo.

Durante il luglio 2017, si sono registrate temperature più alte del normale sulla maggior parte delle terre emerse e della superficie degli oceani, con assai considerevoli deviazioni positive dalla media delle temperature sugli US occidentali, Sud America meridionale, Medio Oriente, Mongolia, Cina, e gran parte dell’Australia, dove le deviazioni dalla media sono state di +2°C o maggiori. Record di caldo sono stati presenti lungo la metà meridionale dell’Africa, del Medio Oriente, settentrione e centro dell’Australia, e lungo parte della Cina, Mongolia e Madagascar. Lungo gli oceani, i record di caldo sono stati rilevati lungo l’Oceano Indiano occidentale ed a macchia di leopardo lungo l’Oceano Pacifico centrale ed occidentale, l’Oceano Atlantico nordoccidentale (a largo delle coste degli US orientali),  e sul Mar di Barents. Al tempo stesso, si sono rilevate condizioni vicine alla media o leggermente al di sotto su gran parte della Russia, Canada orientale, Asia centro-meridionale, Oceano Pacifico settentrionale, Oceano Atlantico settentrionale, e lungo zone degli oceani meridionali. La più importante anomalie fredda è stata osservata sulla Russia nord orientale, dove le deviazioni dalla media sono state di -2°C ed oltre. Nessuna area terrestre od oceanica ha stabilito record di freddo durante il mese di luglio. A livello regionale, cinque dei sei continenti hanno registrato un mese di luglio tra i sette più caldi di sempre, con Africa ed Oceania che hanno stabilito il loro più caldo luglio dal 1910, anno di inizio delle rilevazioni continentali. Al tempo stesso, l’Europa ha registrato la sua minore anomalia positiva dal 2011 ed il luglio 2017 è stato il 17simo luglio più caldo su 108 anni considerati.

Le temperature globali terrestri del luglio 2017 sono state di 1,20°C maggiori rispetto alla media del ventesimo secolo di 14,3°C e la più alta di sempre a luglio in 138 anni di misurazioni. Questo valore sorpassa il precedente record stabilito nel 2016 di 0,07°C. Le temperature oceaniche globali sono state le terze più alte di sempre con 0,69°C al di sopra delle medie del ventesimo secolo di 16,4°C, dietro al 2016 (+0,78°C) ed al 2015 (+0,75°C).

201707-1.gif

 

 

201707-2.gif

Diamo nota qui di seguito dei record nazionali stabiliti durante questo mese.

Il regno del Bahrain ha avuto il suo luglio più caldo dall’inizio delle registrazioni nel 1902, con una temperatura nazionale di 36,9°C di 3°C più alta della media. Questo valore supera i precedenti Records stabiliti nel 2012 e nel 2016 di 0,9°C. Anche le temperature massime e minime sono state più alte della media. La temperatura media massima nazionale è stata di 42,1°C, che è di 4,1°C maggiore della media e la più alta media massima registrata da quando vengono determinate le temperature minime e massime nel 1946 sorpassando il precedente record registrato nel 2002 di 0,7°C. Le temperature minime per luglio 2017 appaia quelle del 2010 e del 2015 posizionandosi al terzo posto dal 1946 con una temperatura nazionale di 32,6°C, dietro al 2016 (33,2°C) ed al 2014 (32,7°C).

La temperatura media nazionale di luglio in Portogallo è stata più calda del normale di +0,56°C. La temperatura massima è stata anche più calda della media di 1,5°C con 30,22°C registrando l’undicesima più alta massima a luglio dal 1931. Al tempo stesso, le minime della notte sono state sotto la media con 15,26°C di 0,4°C inferiori alla media. In accordo con l’Istituto per il mare e l’atmosfera del Portogallo, oltre l’80% delle stazioni del Portogallo ha registrato temperature più alte od uguali a 30°C durante il periodo 2-4 luglio e 12-17 luglio, con il 50% delle stazioni che ha registrato temperature massime superiori o uguali ai 35°C.

L’Australia ha registrato il suo luglio più caldo dal 1975, il terzo più caldo in 108 anni di registrazioni, con una anomalia rispetto alla media 1961-1990 di +1,81°C. Le alte temperature medie registrate sono state determinate dal record di temperatura massima. Le temperature massime nazionali per il luglio 2017 sono state di 2,62°C al di sopra delle medie, battendo il precedente record di +1,96°C stabilito nel 1975 con +0,66°C. Le temperature minime nazionali sono state anch’esse superiori alla media di 1,0°C posizionandosi al 13simo posto di sempre. A livello regionale Qeensland e Northern Territory hanno stabilito le loro più alte temperature della storia, mentre l’Australia meridionale e quella occidentale hanno registrato temperature medie per luglio tra le prime cinque più alte di sempre. Al tempo stesso, Queensland, Australia occidentale, e Northern Territory hanno registrato la loro temperatura massima più alta in luglio, con il Nuovo Galles del Sud, Victoria, e sud Australia che hanno avuto temperature tra le prime sei più calde di sempre per luglio. La maggior parte delle nazioni ha avuto temperature minime al di sopra delle medie, con le eccezioni di Victoria, Tasmania e Nuovo Galles del Sud che hanno registrato il luglio con temperature minime più basse dal 2002 con -0,44°C al di sotto della media 1961-1990.

La temperatura media nazionale del luglio 2017 per la Nuova Zelanda è stato vicino alla media con 7,9°C di 0,1°C al di sopra della media 1981-2010. Anche la maggior parte del territorio nazionale ha registrato temperature vicino alla media, con i distretti di  Hurunui, Mackenzie, Waitaki, Dunedin, e Clutha che hanno registrato temperature al di sotto delle medie da -0,51°C a -1,2°C durante il mese. Molte località hanno visto nuovi record negativi o temperature vicino ai record negativi per questo mese.

Le condizioni di ENSO neutro hanno continuato ad essere presenti sull’Oceano Pacifico equatoriale durante il luglio del 2017. In accordo con il Centro di Previsione climatologica del NOAA, l’ENSO neutrale dovrebbe mantenersi anche per il prossimo inverno boreale 2017-18. Queste previsioni si focalizzano per le temperature della superficie oceanica compresa tra i 5° latitudine N e i 5° di latitudine sud e i 170° di longitudine ovest e i 120° di longitudine ovest, chiama regione Nino 3.4.

Annunci