Italian Weather

In questa prima parte del mese di gennaio, in cui l’inverno si traveste d’autunno, con tanto di spettacolari fenomeni temporaleschi fuori stagione sulla pianura Padana e sulle vallate prealpine, finora, gli unici a sorridere sono gli imprenditori che gestiscono i più rinomati impianti sciistici dell’arco alpino. Finalmente, dopo svariati inverni con scarse precipitazioni nevose, le Alpi italiane tornano ad essere interamente ammantate dalla “dama bianca”, con accumuli molto abbondanti, a partire dai 1000-1200 metri di altezza, per la gioia di sciatori e semplici appassionati dei paesaggi di montagna. In particolare sui versanti più meridionali delle Alpi Cozie così come sulle vallate più esposte a sud, come quella del Gran Paradiso o la zona del Sestriere, particolarmente esposti agli umidi venti dai quadranti sud-orientali, dove si registrano accumuli di oltre i 2-3 metri di neve fresca.

snow6hz1_web_9Ma in alcune vallate più interne e riparate gli accumuli nivometrici totali rischiano di essere…

View original post 670 altre parole

Annunci