Siamo alla vigilia di un drastico cambio configurativo. Dopo il mese di gennaio dominato dall’alta pressione delle Azzorre, febbraio inizia con una irruzione artica marittima che in queste ore interessa la nostra penisola, in particolar modo il nord. Domani lo spostamento del minimo di pressione verso est-nord-est determinerà una possibile svolta invernale, soprattutto sull’Emilia. Vediamone i motivi.

wind10mz2_web_12.png

Notate la convergenza tra i venti occidentali che determinano l’abbassamento termico e quelli di bora che girano attorno al minimo sull’alto adriatico. Questa convergenza sull’Emilia  determinerà intense precipitazioni che, come vedremo dalla prossima carta potranno essere nevose fin sulla pianura da Imola fin verso Reggio-Emilia.

zt925z2_web_50.png

Temperatura a 925 Hpa, negativa sull’Emilia centrale, qui saranno certamente nevicate domani mattina. Concludiamo con gli accumuli previsiti dal modello matematico GFS.

snow24hz2_web_3.png

Cumulata 24 ore prevista per domenica. Epicentro del peggioramento e delle nevicate le province di Bologna e Modena, interessate marginalmente Reggio-Emilia e Ferrara, secondo GFS. Va detto che queste cumulate potrebbero sovrastimare l’evento, saremo più precisi nel nowcasting delle prossime ore. Seguiteci.

 

 

 

Annunci