Qui di seguito presentiamo le risultanze meteo-climatiche del primo mese primaverile, come facilmente prevedibile esso è stato più freddo del normale, causa di un imponente flusso di aria gelida siberiana in confluenza con le masse miti umide atlantiche. Vediamo il tutto tramite la solita mappa emisferica.

comphour.H7dgnph2Li.gif
Evidente il canale gelido che dalla Russia arriva fin sull’Atlantico.

Confrontiamo ora queste previsioni con le nostre previste lo scorso mese.

tqo_ldzrsy.png

Molte le somiglianze, possiamo dirci soddisfatti delle nostre previsioni. Vediamo ora nel dettagli quello che è successo in Europa.

comphour.HEI9KqNSRq.gif
Europa investita dal flusso freddo dei Balcani 

nwsffqklmd.png

Anche in questo caso appaiono evidenti le somiglianze tra le nostre previsioni e quelle realmente osservate.

comphour.m912k3y1s9.gif
Anomalie termiche europee mese di marzo 2018

Tornano in grande stile le anomalie termiche di marzo diffuse su tutto il continente con picchi inferiori ai -4°C sulla Russia.pounk8imby.png

Eravamo stati perfino più ottimisti rispetto alla realtà, con anomalie meno diffuse e più contenute.

comphour.kIMaBZK1X8.gif
Precipitazioni-anomalie per marzo 2018

Diffuse e persistenti le precipitazioni sull’Europa meridionale.

v9sroskd_d.pngAnche qui, nelle nostre previsioni, le precipitazioni apparivano più contenute. Insomma tornano freddo e precipitazioni sulla vecchia Europa.Che sia l’inizio di un trend, lo vedremo nei prossimi articoli.

Annunci