Diamo qui di seguito conto delle analisi del ISAAC-CNR in relazione al mese appena passato sull’Italia. Partiamo come al solito dall’analisi delle temperature medie sullo “Stivale”.

latest_month_TMM

Il mese di luglio ha fatto registrare una anomalia delle temperature medie di +1,83°C, facendo segnare il nono valore più alto nella storia delle rilevazioni, con il maggiore valore delle anomalie ancora saldamente ancorato al luglio 2015 con una anomalia di +3,49°C. Continua la tendenza alla registrazione di temperature minime molto alte. Anche il mese di luglio, infatti, si posiziona nella top-fine dei mesi di luglio con temperature minime medie più alte della storia con un valore di +1,97°C rispetto alla media climatica posizionandosi al quarto posto generale guidato ancora dal 2015 con una temperatura media superiore al normale di +3,40°C.

latest_month_TMN

Passiamo invece alle temperature massime, che stante i numerosi eventi temporaleschi registrati lo scorso mese, segnano una anomalia inferiore a quelle delle temperature medie minime con un valore di +1,70°C rispetto alle medie climatiche, quattordicesimo valore più alto della storia, con il 2015 che guida ancora la classifica con +3,58°C rispetto alla media climatica.

latest_month_TMX

Concludiamo con le precipitazioni. Il mese appena passato segna un valore inferiore alla media del 21% risultando dunque un mese sostanzialmente secco, anche se soprattutto al nord-ovest dobbiamo registrare fenomeni cospicuamente superiori alle medie precipitative del periodo. Risulta dunque il 68esimo mese più secco della storia con il primato appartenente ancora al 1984 con l’83% in meno delle precipitazioni medie del periodo.

latest_month_PCP

Annunci