comphour.Tyec2EsxKy

Iniziamo il nostro articolo dall’analisi dell’ultima decade del mese. Una potente area di alta pressione si è impadronita dell’Europa centro occidentale, masse di area fredda sono scorse sul suo bordo orientale determinando anomalie termiche negative oltralpe e sull’Europa orientale, come vedremo qui di seguito.

comphour.yvnJ1mKZV9

Interessanti le anomalie fredde tra la Gran Bretagna e i Balcani, effetto del pattern dominante in questa ultima decade con scambi meridiani tra il Polo e le latitudini meridionali.

comphour.XkqE6ESx3Q

Il quadro delle anomalie precipitative ricalca il pattern atmosferico dominate in questa ultima decade con condizioni sostanzialmente secche su buona parte del continente eccetto sulla Scandinavia, molto significativa l’anomalia del basso Jonio, traccia evidentissima del medicane che ha colpito quelle zone proprio alla fine del mese. Passiamo all’analisi del mese di settembre nel suo complesso.

comphour.jTJNBtsQ7N

Continua il dipolo di geopotenziale tra l’Alaska e l’Ontario, con una forte anomalia positiva proprio nella zona delle Aleutine, confermata l’anomalia negativa ancora sull’Islanda che ha determinato l’espansione sui paralleli dell’alta pressione delle Azzorre con condizioni spesso tardo estive sul Mediterraneo. Passiamo ora ad analizzare le conseguenze di questo pattern a livello continentale.

comphour.FTF9HV4VWc

Settembre dominato dall’alta pressione delle Azzorre, schiacciata verso i paralleli dalla depressione islandese.

comphour.U6g7D8gW2U

Settembre ancora più caldo della media su buona parte del continente, con anomalie positive molto pesanti su Ucraina e Russia meridionale, temperature molto alte anche sull’Italia con scarti dalla norma compresi tra 1 e 1,5°C. Solo sull’Irlanda e la GranBretagna occidentale si sono registrate anomalie negative.

comphour.DhPY_c_jwf

Anomalie precipitative del mese che risentono del pattern generale, con anomalie precipitative a “macchia di leopardo” sul Mediterraneo a causa delle temporanee rotture del dominio anticicloni, in un Contest comunque per lo più secco o in media. Anomalie pluviometriche positive sul nord Europa. Passiamo alle nostre previsioni per il mese di settembre, effettivamente l’estate è continuata, ma non solo al sud, le nostre previsioni dunque non sono state molto affidabili in questo mese, vediamo infatti i nostri pannelli di previsione per il mese di settembre.

Sostanzialmente imprecise le nostre previsioni stagionali a causa dell’espansione verso occidente dell’anomalia di geopotenziale oceanica questo differente comportamento del vortice islandese è stato determinato certamente dalla grande influenza degli uragani in Oceano Atlantico, variabile non considerata nel corso dell’analisi previsionale.

Annunci