Si era detto non più di un mese fa che l’eccezionale anomalia termica polare avrebbe potuto determinare effetti in stratosfera e di conseguenza sulla nostra troposfera, ecco il link di quella discussione: https://progettoscienzecom.wordpress.com/wp-admin/post.php?post=11038&action=edit

Bene, avevamo, proprio in quell’articolo, indicato la fine del mese di novembre come possibile finestra temporale per la genesi di un TST event che avrebbe potuto portare l’inverno sull’Europa come già accaduto nella stagione 2009-2010. Bene, qui di seguito, proponiamo le carte stratosferiche che indicano indiscutibilmente l’avvio di questa particolare dinamica che potrebbe determinare l’inizio in grande stile dell’inverno in Europa.

Si nota, in questa carta il riscaldamento anomalo della bassa stratosfera in zona aleutinica, avevamo monitorato già ad ottobre questa possibile zona come fiammifero necessario all’innesco del TST event: una particolare dinamica atmosferica che dal riscaldamento troposferico determina un vero e proprio rimbalzo del riscaldamento in stratosfera e di nuovo in troposfera. Vediamolo nel dettaglio con le prossime carte dove possiamo notare la progressiva espansione del riscaldamento verso l’alta stratosfera.

Qui di seguito mostriamo gli effetti dello stratwaming in troposfera.

Precoce split del vortice polare con una rimonta altopressoria in pieno atlantico che potrebbe pilotare il nucleo gelido sulla Siberia verso l’Europa. Gli ingredienti per una fine di novembre dalle caratteristiche di eccezionalità ci sono tutti. 

Annunci