The Weather

Gli effetti del “final warming” di primavera nei prossimi giorni si manifesteranno direttamente su buona parte d’Europa, con la discesa di un vasto blocco di aria fredda, di origine artico marittima, che provocherà un brusco calo delle temperature, su valori ben al di sotto delle medie stagionali. Ma ancora più rilevante sarà il ritorno della neve fino a bassa quota fra le Alpi e l’Appennino centro-settentrionali, dove si rischiano imbiancate del tutto inusuali per il mese di maggio, al di sotto dei 1000 metri. Specie fra Emilia e Marche, qui le nevicate potrebbero essere davvero abbondanti. Questa rilevante avvezione fredda, che colpirà gran parte dei paesi dell’Europa centro-occidentale, dal Regno Unito alla Francia e la Germania, determinerà una rilevante anomalia termica negativa, con valori di -5°C anche -6°C al di sotto delle medie del periodo, che potrebbe condizionare non poco l’andamento meteo/climatico del mese di maggio. I più importanti comprensori…

View original post 384 altre parole

Annunci