The Weather

L’ondata di freddo che nelle ultime 24 ore si è riversata sulle regioni settentrionali italiane, determinando un brusco abbassamento dei valori termici e il calo della quota neve su Alpi e Appennino settentrionale, fino a quote estremamente basse sull’Appennino Emiliano, è stata definita dai media un evento eccezionale, per non dire da record per il mese di maggio. In realtà bisogna dire che climaticamente, visto il periodo, ci troviamo dinnanzi ad un quadro configurativo particolarmente anomalo per l’ultima decade di maggio, favorito da un vero e proprio sconvolgimento della circolazione emisferica indotto dal “final warming” di fine aprile. La discesa di un nucleo di aria gelida, sui -28°C -29°C, nella media troposfera, alla quota di circa 5000 metri, è di per sè un episodio rilevante per maggio (proprio questo particolare incide in modo significativo).

h500_0In genere queste situazioni si presentano durante l’inizio della stagione primaverile, fra marzo o aprile…

View original post 321 altre parole

Annunci